• AM

Il mio viaggio in Thailandia

Agosto 2017


Il nostro viaggio in Thailandia è stato un magnifico tour the force.

Due settimane, 5 mete.

La mia prima volta con lo zaino in spalla, pochi vestiti, due paia di sandali e un solo paio di scarpe con il tacco (mai messe ovviamente).

Un'esperienza bellissima ma, per quanto mi riguarda, da fare ad anni alterni! :)


TAPPA 1: BANGKOK in 2 GIORNI

Dress code : pantaloncini e canotta rigorosamente in cotone. Eventualmente un cambio maglietta per sudori incontrollati.


Non dimenticherò mai il momento in cui sono uscita dall'aeroporto a Bangkok. Ti investe un odore di riso e di spezie e senti fisicamente l'umidità e l'afa poggiartisi addosso.


Ho preparato questi tre giorni a Bangkok in modo maniacale. Ero così esaltata all'idea di visitare una città così lontana e così diversa che non volevo sprecare nessun minuto in incertezza o in spostamenti non ottimizzati.


L'hotel dove abbiamo alloggiato è il Bayoke Sky Hotel, l'hotel più alto della Thailandia, con una terrazza rotante sul tetto ed è vicino alla stazione ferroviaria che collega all'aeroporto.

Non vi fate ingannare, dalle foto in internet sembra fighissimo, nella realtà è modesto, ma le camere sono spaziose e la vista dalla zona colazione e dal punto di osservazione in cima sono spettacolari.


Per muoversi consiglio Uber, riesce a costare anche meno dei loro tipici Tuk Tuk e non devi passare 15 minuti a contrattare sul prezzo. Ovviamente rimane ASSOLUTAMENTE da fare il giro in Tuk Tuk (tenetevi forte).


Appena atterrati, consiglio di comprare una SIM THailandese, sarà utilissima per girare con il navigatore e districarsi tra le viuzze della città.


Il più caratteristico mezzo di trasporto di Bangkok: il Tuk Tuk (solo per coraggiosi)

Ecco quindi cosa abbiamo visto in 2 giorni.


GIORNO 1 - TEMPLI


Buddha! Buddha ovunque!!


La prima giornata l'abbiamo interamente dedicata al tour dei templi.

Ed ecco il primo warning: troverete ad ogni ingresso delle guardie, vi diranno che non potete entrare con gambe e spalle scoperte. E' vero. Quello che non vi dicono però è che all'interno vengono distribuite gratuitamente delle toghe per coprirvi, quindi NON è assolutamente necessario andare a comprare pantaloni e stola nel negozietto davanti che la guardia vi sta indicando con insistenza. Ignorateli e proseguite. (ovviamente io ho comprato tutto nel negozietto là davanti).


Ecco il nostro itinerario della giornata:


1. GRAND PALACE, il Grande Palazzo Reale

Un complesso di edifici da girare in 2/3, perdendosi tra le meraviglie di questo posto magico.


Wat Phra Kaew - Grand Palace, Bangkok

2. WAT PHO

A 15 minuti a piedi dal Grand Palace è possibile arrivare al Wat Pho, la casa del Buddha sdraiato. Una delle cose più belle che io abbia mai visto.


Il Buddha Sdraiato, evidentemente anche un po' addormentato

3. PRANZO

Per mangiare a Bangkok (ehm...in tutta la Thailandia direi) non bisogna essere schizzinosi. Tutte le strade sono costeggiate da carrettini che vendono pesce e carne arrostiti al momento sulla griglia, oppure frutta. Qui ho mangiato il mango più buono dell'universo.

Chiudete gli occhi e mangiate qualcosa, e per finire latte di cocco benut direttamente dal cocco con la cannuccia. Il cucchiaio serve a scavare l'interno e mangiare il cocco morbido delle pareti.


4. WHAT ARUN

Raggiungere questo tempio è semplicissimo.

E' esattamente al di là del fiume rispetto il Wat Pho. Per raggiungerlo ci sono delle chiatte che portano sull'altra sponda, praticamente con una derapata.

Anche se forse può sembrare di aver visto già abbastanza Buddha per essere solo la prima giornata, consiglio comunque di andare. E' li dai!


5. MASSAGGINO

Dopo una giornata del genere, la sosta per un massaggio ai piedi è d'obbligo.

Bisogno scegliere quello più....pulito e, sempre senza essere schizzinosi, abbandonarsi ai palpeggiamenti podalici e a una breve pennichella.


6. Esausti, mangiamo in giro e torniamo in albergo



GIORNO 2 - I QUARTIERI di BANGKOK


Il secondo giorno inizia con una colazione in strada, a base di frutta fresca e latte di cocco.

Prendiamo un tuk tuk e iniziamo!


1. CHINATOWN

Perchè andara a vedere Chinatown a Bangkok? Semplicemente perchè è un'esperienza pazzesca.

Si deve risalire la via Thanon Ratchawong, improvvisamente da un lato vedrete una via piccolissima con affacciati dei negozi. Inifilatevi lì e proseguendo scoprirete un immenso mercato a cielo aperto, dove troverete in vendita le cose più strane. Dal cibo esposto al sole alle lenti a contatto colorate, dalle spezie ai vestiti. Il tutto in un dedalo di viuzze strette, odorose e affollate che vi faranno perdere il senso dell'orientamento e del temp. E infatti ci siamo persi.


Chinatown a Bangkok - Thailandia

2. IN BARCA VERSO THONBURI

Dopo il giro in Chinatown finiamo in una zona semideserta di Bangkok dove non passavano nè taxi nè Tuk Tuk. Cerchiamo di aiutarci chiedendo consigli ai passanti e con il navigatore del cellulare per riuscire a recuperare una strada principale. Alla fine ci riusciamo, prendiamo un tuk tuk e ci dirigiamo verso un Pier, era il momento di fare una una gita sul fiume. Thonburi è una delle zone più vecchie di Bangkok. Si percorre via fiume e si costeggiano così tutte le casette fatte a palafitta. Davvero affasciante. Per visitarla chiedetelo espressamente alle persone che incontrerete in un qualsiasi Pier, e mi raccomando, seeeeempre mercanteggiare.


3. QUARTIERE DI BANGLAMPHU E KHAO SAN ROAD


Il resto del pomeriggio e della serata lo abbiamo passato nel quartiere di Banglamphu, dove la via principale è Khao San Road, una zona vivissima piena di botteghe e ristorantini.


Qui potrete assaporare i famosi insetti fritti Thailandesi. Li trovate su bancarelle che costeggiano la strada e potrete scegliere tra prelibati mega ragni, succosissimi scorpioni, deliziosi vermi.

A voi la scelta di assaggiarli o meno. Io ovviamente non l'ho fatto, ma chi li ha provati dice che è come mangiare un gamberetto senza sgusciarlo. Anche no, grazie.


Khao San Road - Bangkok - Thailandia

TAPPA 2: CHIANG MAI


Da Bangkok abbiamo preso un volo interno con la Bangkok Air verso Chiang Mai, una zona nell'entroterra a nord di Bangkok.

Se possibile, ancora più umida di Bangkok.


La cittadina è deliziosa, sicuramente meno caotica di Bangkok. Si può passeggiare tra le bancarelle del mercato che vendono vestitini, scarpe all stars, borse di Michael Kors, a voi la scelta.


Il motivo principale per cui noi siamo andati in questa zona sono gli elefanti.


Abbiamo girato per la città cercando un centro di tutela degli elefanti, volevamo conoscerli, ma con rispetto.

Sono ASSOLUTAMENTE da evitare tutti i posti che propongono gite a cavallo degli elefanti, perchè per essere addestrati sono maltrattati e trattati come animali da circo.


Noi abbiamo scelto l'Elephant Nature Park. con un pulmino ci hanno portato in questa fantastica riserva, gestita da un uomo che vive lì nella foresta e dedica la vita al recupero di scimmie ed elefanti. Ci diceva che va in città al massimo 1 volta a settimana, parte la sera e trona la mattina successiva perchè deve essere presente al saluto mattutino della sua scimmia, un animaletto che ha salvato dalla foresta.


Durante la mattina facciamo amicizia con gli elefanti, gli diamo da mangiare, camminiamo con loro verso il fiume, e li laviamo. Si, immersi nel fiume. No, non ho chiesto cosa ci fosse dentro il fiume. Si ho cercato dopo su internet. No, voi non fatelo.


Però ne vale la pena!


Dopo aver mangiato direttamente lì nella baia nel pomeriggio facciamo....rafting!! (si sempre nello stesso fiume). E' stato bel-lis-si-mo!!!



Elephant Nature Park - Chiang Mai - Thailandia

TAPPA 3: LE ISOLE


ISOLA 1: Koh Samui

Qui purtroppo ci siamo fatti ingannare dai pareri raccolti prima del viaggio.

Ci dicevano che è un'isola turistica, che non ne valeva la pena, quindi abbiamo deciso di farci solo una giornata piena (tolti i giorni di trasferimento). Peccato, perchè a me è piaciuta tantissimo, tornassi indietro le dedicherei qualche giorno in più.


ISOLA 2: Koh Pangan

Sicuramente più selvaggia di Koh Samui, si gira in motorino.

E'l'sola del Full Moon Party, noi non siamo andati nel periodo giusto ma di fatto abbiamo comunque trovato dei party in spiaggia con la pittura fluo :)

Qui però, visti i costi della vita, ci si può permettere il lusso di una villa da sogno, a prezzi abbordabilissimi (sopratutto se viaggiate con amici o altre coppie).



ISOLA 3: Koh Thao

Sempre più selvaggia! Natura natura e meravigliosa natura. Unica nota dolente: la sera non esiste un paesino dove fare un giro, i ristoranti sono sparsi per l'isola e noi mano a mano li cercavamo su trip advisor.



Hai bisogno di aiuto?

Scrivi a iamnatural.info@gmail.com

Ti rispondiamo entro 24 ore!

Spese di spedizione:

€ 4,90 per acquisti fino a 39,90€

Gratuite per acquisti sopra a 39,90€

Pagamenti sicuri

Puoi pagare con Carta, Bancomat e 
PayPal

Non perdere le novità!

Seguici la pagina ufficiale su Instagram per beauty tips, promozioni e tanto altro!

One plus One, P.IVA 10965410961 - All Rights Reserved. All logos and trademarks in this site are property of their respective owners.